I pubblicitari. Jerry Della Femina.

Pubblicitario discutissimo, considerato politicamente scorretto, la cui figura ha ispirato il protagonista della famosissima fiction tv Mad Men, ambientata in un’agenzia di pubblicità degli anni ’60. Nato nel 1936, Jerry Della Femina è l’esempio perfetto dell’immigrato italiano, nato e cresciuto a Brooklin, intelligente, ambizioso ma senza le credenziali giuste per entrare nel mondo della pubblicità, in quegli anni riservato ai Wasp usciti da prestigiose università. Ndr: Wasp significa White Anglo-Saxon Protestant (Bianco Anglo-Sassone Protestante) e indica un cittadino statunitense discendente dei colonizzatori originari inglesi, non appartenente quindi a nessuna delle tradizionali minoranze. Per anni infatti Della Femina dovrà accontentarsi di lavorare come Messenger Boy al New York Times. Nel 1961 entra come copywriter alla Daniel & Charles, passa poi alla Delehanty Kurnit & Geller e infine alla Ted Bates dove, appena arrivato, in un brainstorming per la campagna della giapponese Panasonics partorisce la headline che lo etichetterà per tutta la vita: “Da quei bravi ragazzi che si sono inventati Pearl Harbor”, originale From Those Wonderful Folks Who Gave You Pearl Harbour. Proposta per finta sarà solo una delle prime di molte altre sue frasi provocatorie che diventeranno storia della pubblicità. La provocazione e l’ironia infatti diventano non solo la sua cifra stilistica ma un vero e proprio stile di vita, riscontrabile anche negli affari. Oltre a quattro agenzie, Della Femina aprirà, negli anni a venire, anche un ristorante.

I suoi claim denotano pensiero e scrittura raffinata. Come nella campagna per McGraw Hills scritta e firmata da Della Femina e Dayan: “Before Hitler killed 6 million Jews, he had to burn 6 million books“. O ancora nella campagna per combattere la SIDS, sindrome infantile che causava la morte in culla, per la sciagurata abitudine americana di far dormire i neonati sulla pancia, con la semplice headline “Face up to live” contribuendo a salvare numerose vite. Esuberante e offensivo, ancora oggi personaggio della scena newyorkese, curò tra le altre la campagna per l’elezione presidenziale di Reagan. Il sito web di una delle sue agenzie, la Della Femina Rotschild Jeary and Partners, per molti anni si apriva con questa frase: “Advertising is the most fun you can have with your clothes on“. La pubblicità è la cosa più divertente che si possa fare con i vestiti addosso. (fonte: Just doing it di Pia Elliot).

Oggi lo trovate in Della Femina Advertising https://www.dellanyc.com/